fbpx

News

Aggiornati gli obblighi di integrazione di impianti alimentati da fonti rinnovabili

09 Dicembre 2021

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto legislativo 8 novembre 2021, n. 199, che recepisce la Direttiva 2018/2001 sulla promozione dell'uso dell'energia da fonti rinnovabili (denominata RED II).

L’articolo 26 del decreto aggiorna gli obblighi di utilizzo dell’energia rinnovabile per il miglioramento della prestazione energetica degli edifici.

In particolare, i progetti di edifici di nuova costruzione ed i progetti di ristrutturazioni rilevanti degli edifici esistenti, per i quali la richiesta del titolo edilizio è successiva al 29 maggio 2022, devono soddisfare i seguenti requisiti:

  1. almeno il 60% dei consumi energetici per la produzione di acqua calda sanitaria deve essere coperto tramite impianti alimentati da fonti rinnovabili
  2. almeno il 60% della somma dei consumi energetici per la produzione di acqua calda sanitaria, climatizzazione invernale ed estiva deve essere coperto tramite impianti alimentati da fonti rinnovabili
  3. sopra o all’interno dell’edificio o nelle relative pertinenze deve essere installato un impianto alimentato da fonti rinnovabili di potenza minima pari a P=k*s, dove 
    • k è uguale a 0,025 per gli edifici esistenti e 0,05 per gli edifici di nuova costruzione
    • è la superficie in pianta dell’edificio al livello del terreno ovvero la proiezione al suolo della sagoma dell’edificio, misurata in mq (nel calcolo della superficie in pianta non si tengono in considerazione le pertinenze, sulle quali tuttavia è consentita l’installazione degli impianti)

Si ricorda che le ristrutturazioni rilevanti sono:

  • le ristrutturazioni integrali degli elementi edilizi costituenti l'involucro di edifici aventi superficie utile superiore a 1.000 metri quadrati
  • le demolizioni e ricostruzioni (anche in manutenzione straordinaria) di edifici 

Gli obblighi di cui ai punti 1. e 2. non si applicano agli edifici il cui intero fabbisogno di energia per riscaldamento e/o raffrescamento sia coperto da una rete di teleriscaldamento e/o teleraffrescamento efficiente (come definito dell’articolo 2, comma 2, lettera tt) del decreto legislativo 4 luglio 2014, n. 102)

Gli obblighi di cui ai punti 1. e 2. non possono essere assolti tramite impianti da fonti rinnovabili che producano esclusivamente energia elettrica, la quale alimenti, a sua volta, dispositivi per la produzione di calore con effetto Joule. 

Per gli edifici pubblici, gli obblighi di cui ai punti 1. e 2. sono elevati al 65% e gli obblighi di cui al punto 3. sono incrementati del 10%. 



Ultime News

| News

Superbonus: a luglio incentivati quasi 25.000 interventi

Il contatore Superbonus di ENEA è stato aggiornato al 31 luglio 2022. A tale ...
| News

Superbonus 110%: a giugno stimolati quasi 27.000 interventi

Il contatore Superbonus di ENEA è stato aggiornato al 30 giugno 2022. A tale data ...
| News

Webinar sulla Regola Tecnica Verticale “Chiusure d’ambito” - 14 luglio 2022

Il 7 luglio 2022 entra in vigore la Regola Tecnica Verticale “Chiusure d’ambito per gli edifici c...
icona Chi siamo

FIVRA e i suoi associati

FIVRA, Fabbrica Isolanti Vetro Roccia Associate è l'associazione che rappresenta i produttori di lane minerali (lana di roccia e lana di vetro) presenti in Italia.

Design Escapes

Contatti

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fivra è associata a

Fivra è associata a EURIMA

Seguici su