SOSTENIBILITÀ

NORME TECNICHE - EPD - PRESTAZIONI - CURIOSITÀ

Le lane minerali (lana di vetro e lana di roccia) si pongono ai vertici della classifica degli isolanti secondo tutte le dimensioni della sostenibilità.

In accordo alla norma UNI EN 15804, Eurima (l’associazione Europea dei produttori di materiali isolanti, di cui FIVRA è socia) ha reso disponibili le EPD di una generica lana minerale prodotta dai propri soci ed utilizzata nell’isolamento delle coperture a falde e delle pareti verticali.
Le lane minerali contribuiscono a tutte le priorità ambientali; sono efficienti a livello di risorse (sono prodotte utilizzando risorse naturali abbondanti e sempre più derivanti dal riciclo), di energia e riduzione delle emissioni di CO2 (evitano il consumo di risorse non rinnovabili e scarse: l’isolamento termico può ridurre del 50% i consumi energetici degli edifici e del 42% le emissioni di CO2).
Lana di roccia e lana di vetro hanno inoltre un basso contenuto di energia grigia (quantità di energia utilizzata per produrre, trasportare fino al luogo di utilizzo e smaltire il prodotto, a volte denominata "energia incorporata" o "embodied energy") e i minimi impatti ambientali che produce sono comunque abbondantemente superati dai benefici ambientali che genera lungo la propria vita utile, che è considerata superiore a quella dell’edificio stesso (50 anni, secondo la UE).

La sostenibilità delle lane minerali è eccellente non solo per la dimensione ambientale, ma anche per quella sociale e quella economica.

L’utilizzo di lane minerali ha un impatto positivo sulla società perché fornisce comfort termico ed acustico, protezione dal fuoco, non comporta alcun pericolo per la salute, genera un risparmio economico e dunque combatte la "fuel poverty" (almeno 50 milioni di europei hanno difficoltà a procurarsi ad un costo ragionevole l’energia di cui necessitano).

Le lane minerali contribuiscono anche allo sviluppo economico della nostra società, a livello macro (l’isolamento termico migliora i conti economici della UE perché diminuisce il disavanzo economico dovuto all’importazione di energia e stimola investimenti che possono generare milioni di posti di lavoro) ed a livello micro (il risparmio energetico genera un consistente risparmio in bolletta per ogni unità immobiliare).

In estrema sintesi, le lane minerali trasformano gli edifici da soggetti energivori ad attori positivi per la salvaguardia del clima e dell’economia, contribuendo al nostro benessere e rendendo lo sviluppo sociale ed ambientale pienamente compatibili con la crescita economica.