SOSTENIBILITÀ

NORME TECNICHE - EPD - PRESTAZIONI - CURIOSITÀ

Le EPD per il settore edile europeo, sono regolamentate dalla norma UNI EN 15804 (Sostenibilità delle costruzioni - Dichiarazioni ambientali di prodotto - Regole chiave di sviluppo per categoria di prodotto).

Tale norma prevede l’analisi delle seguenti fasi:

  • la fase di produzione, strutturata nei seguenti moduli:
    • A1 (estrazione delle materie prime e trattamento delle materie prime seconde)
    • A2 (trasporto alla fabbrica)
    • A3 (produzione)
  • la fase di costruzione, include i seguenti moduli:
    • A4 (trasporto al cantiere)
    • A5 (costruzione e installazione)
  • la fase di utilizzo, strutturata nei seguenti moduli:
    • B1 (utilizzo)
    • B2 (manutenzione)
    • B3 (riparazione)
    • B4 (sostituzione)
    • B5 (riqualificazione)
    • B6 (consumo di energia durante l'utilizzo)
    • B7 (consumo di acqua durante l'utilizzo)
  • la fase di fine vita, include i moduli:
    • C1 (decostruzione e/o demolizione)
    • C2 (conferimento a discarica)
    • C3 (trattamento per riuso, recupero o riciclo)
    • C4 (smaltimento)
  • i benefici derivanti da un nuovo utilizzo, definiti all’interno del modulo
    • D (potenziale di riuso, recupero e/o riciclo).

Per ognuna delle diverse fasi, la valutazione di impatto ambientale è eseguita sulla base dei sei fattori di caratterizzazione definiti dalla European Commission – DG Joint Research Centre - Institute for Environment and Sustainability nella European Reference Life Cycle Database (ELCD):

  • Riscaldamento globale (Global warming)
  • Riduzione della fascia di ozono (Ozone depletion)
  • Acidificazione del suolo e delle acque (Acidification of land and water)
  • Eutrofizzazione (Eutrophication)
  • Potenziale di formazione fotochimica dell’ozono (Photo-chemical ozone creation)
  • Esaurimento delle risorse abiotiche (Depletion of abiotic resources – elements)
  • Esaurimento delle risorse abiotiche fossili (Depletion of abiotic resources – fossils).

A questi si aggiungono parametri quantitativi descrittivi del consumo di risorse (materie prime, energia, acqua) rinnovabili e non rinnovabili, della produzione di rifiuti (pericolosi, non pericolosi e radioattivi) e del potenziale di riciclo o riuso contenuto nel prodotto (componenti per il riuso, materiale per il riciclo o per il recupero energetico).