SALUTE E SICUREZZA

LA IARC - PRESTAZIONI - LEGISLAZIONE - NOTA Q E NOTA R - EUCEB - CURIOSITÀ

Si riporta il testo della Nota Q e della Nota R, come introdotte dalla Direttiva 97/69/CE e confermate da tutte le successive modifiche ed integrazioni.

Nota Q: la classificazione "cancerogeno" non si applica se è possibile dimostrare che la sostanza in questione rispetta una delle seguenti condizioni:

  • una prova di persistenza biologica a breve termine mediante inalazione ha mostrato che le fibre di lunghezza superiore a 20 µm presentano un tempo di dimezzamento ponderato inferiore a 10 giorni
  • una prova di persistenza biologica a breve termine mediante instillazione intratracheale ha mostrato che le fibre di lunghezza superiore a 20 µm presentano un tempo di dimezzamento inferiore a 40 giorni
  • un’adeguata prova intraperitoneale non ha rilevato un’eccessiva cancerogenicità
  • una prova di inalazione appropriata a lungo termine ha portato alla conclusione che non ci sono effetti patogeni significativi o alterazioni neoplastiche.

Nota R: la classificazione "cancerogeno" non si applica alle fibre il cui diametro geometrico medio ponderato rispetto alla lunghezza meno due errori standard risulti maggiore di 6 µm."

L'importanza della Nota Q e della Nota R e di come il rispetto anche solo di una delle due sia sufficiente per escludere le lane minerali dalla classificazione di cancerogenicità è stata ribadita dal documento "Le Fibre Artificiali Vetrose (FAV) - Linee guida per l’applicazione della normativa inerente ai rischi di esposizioni e le misure di prevenzione per la tutela della salute", approvato dalla Conferenza Stato/Regioni su proposta del Ministero della Salute.