PROTEZIONE DAL FUOCO

LEGISLAZIONE - PRESTAZIONI - CURIOSITÀ

Il cortocircuito risulta la più frequente tra le cause di incendio (36% dei casi totali). Il cortocircuito avviene quando la corrente, passando dai fili conduttori a centinaia di migliaia di ampere, raggiunge temperature elevatissime, tali da provocare la fusione dei cavi ed originare il rischio di incendio o di esplosione.
Per il 25% dei casi di incendio non è stata accertata alcuna causa, mentre la terza causa di incendi (8% del totale) risultano essere i mozziconi di sigaretta ed i fiammiferi.
Il 6% degli incendi è causato da autocombustione.
Il 5% degli incendi è causato da faville e fuochi di artificio; altrettanti incendi sono di origine dolosa.
I fulmini sono responsabili del 4% degli incendi, al pari dei guasti ai camini e ai bruciatori.
Le cause meno frequenti di incendio risultano essere il surriscaldamento di motori (2% del totale) e le esplosioni (1% del totale).