ISOLAMENTO TERMICO

PARAMETRI - PRESTAZIONI

Gli edifici europei sono responsabili del 40% del consumo di energia, del 36% delle emissioni di CO2 ed altri gas climalteranti e del 50% dell’inquinamento atmosferico di tutta Europa.

La prestazione energetica di un edifico è indicata dal parametro EP che indica il consumo energetico atteso per il riscaldamento invernale, la produzione di acqua calda sanitaria, la ventilazione e la climatizzazione (maggiore è il parametro EP, maggiore è l’energia consumata dall’edificio e l’inquinamento prodotto).
La prestazione energetica di un edificio dipende da:

  • l’isolamento termico dell'involucro (pareti verticali, coperture e pavimenti)
  • il rendimento degli impianti di riscaldamento
  • l’eventuale produzione di energia da fonti rinnovabili di energia.

Tra le possibili strategie per ridurre fortemente i consumi energetici e le emissioni inquinanti degli edifici, quella col migliore mix di efficacia (maggiore energia risparmiata) ed efficienza (minore costo dell'energia risparmiata) è la coibentazione, ovvero l’aumento dell‘isolamento termico.

Risparmio energetico dei vari interventi a valere sull'ecobonus
(Fonte: Rapporto sulle detrazioni fiscali per l'efficienza energetica e l'utilizzo delle fonti rinnovabili di energia negli edifici esistenti, ENEA, 2020)


Edifici correttamente isolati consumano quantità considerevolmente inferiori di energia non solo per il riscaldamento, ma anche per la climatizzazione estiva.
Una parete maggiormente isolata garantisce inoltre non solo minori consumi di energia e minor inquinamento, ma anche un miglior comfort termico a tutti gli occupanti.