ISOLAMENTO ACUSTICO

FONOISOLAMENTO E FONOASSORBIMENTO - PARAMETRI - PRESTAZIONI - LEGISLAZIONE E INCENTIVI - CURIOSITÀ

I livelli del suono sono espressi in decibel (dB), unità di misura il cui andamento non è lineare; in particolare, un aumento di 3 dB corrisponde al raddoppio della potenza sonora emessa, mentre un aumento di 10 dB corrisponde al raddoppio del livello di rumore percepito. Un aumento di 1 dB è la più piccola variazione udibile che può essere percepita.

L’orecchio umano ha una sensibilità differente al variare della frequenza del suono, che si misura in Hertz (Hz). Quando si vuole misurare il rumore percepito dall’uomo, non si utilizzano i dB ma i dB(A), unità di misura internazionalmente riconosciuta che simula la capacità di risposta dell’orecchio umano.

Quando un parametro acustico è accompagnato dal pedice w, il suo valore numerico è una media tra i valori ottenuti dal parametro su un intervallo di frequenze compreso tra 100 e 3150 Hz.

Quando un parametro che indica un livello di rumore è accompagnato dal pedice n, il suo valore è normalizzato con il riverbero del locale dove è stata effettuata la misura (in altri termini, è eliminata l’incidenza del riverbero).

Infine, quando un parametro è accompagnato da un apostrofo, il suo valore numerico si intende misurato in opera e non in laboratorio. Usualmente le prestazioni acustiche misurate in laboratorio sono effettuate con elementi standard e in modo da minimizzare le trasmissioni laterali; in questo modo si ottengono risultati di qualche dB migliori rispetto alle misure in opera.