lunedì 5 gennaio 2015

IL NUOVO REGOLAMENTO EDILIZIO DI MILANO

Di seguito si analizzano le novità del nuovo Regolamento Edilizio di Milano (entrato in vigore il 26 novembre 2014), in merito alle prestazione energetiche ed acustiche degli edifici (cfr. Titolo IV “Ambiente ed Ecosostenibilità”)

Titolo IV - Capo II (artt. 118-122): disciplina la tutela dall’inquinamento acustico; conferma la validità del DPCM 5.12.1997 e ne chiede verifica tramite relazione tecnica previsionale per gli interventi di nuova costruzione (esclusi gli ampliamenti), sostituzione edilizia (ovvero le demolizioni e ricostruzioni senza aumento di volume), ristrutturazione urbanistica, mutamento in destinazione d’uso abitativa, scolastica, ospedaliera (incluse cliniche e case di cura). Impone inoltre che:

  • per gli asili nido e le strutture scolastiche, sia rispettato Leq ≤ 60 dB(A) sulle facciate esterne durante il periodo diurno (6.00-22.00);
  • per le strutture sanitarie sia rispettato Leq ≤ 60 dB(A) sulle facciate esterne durante il periodo diurno (6.00-22.00) e Leq ≤ 50 dB(A) sulle facciate esterne durante il periodo notturno (22.00-6.00).

Titolo IV - Capo IV (artt. 126-144): è dedicato ad energia, fonti rinnovabili, ecosostenibilità; a tal riguardo il Regolamento introduce nuovi obblighi (aggiuntivi a quelli dettati dal legislatore nazionale/regionale) ed incentivi volumetrici nella misura massima del 5% per le nuove costruzioni e le sostituzioni edilizie e del 15% per gli interventi sugli edifici esistenti. I nuovi obblighi, come al solito sono differenziati per destinazione d’uso dell’edificio e tipologia di intervento. Gli edifici E.8 (a destinazione industriale) hanno il solo obbligo, per le nuove costruzioni e le sostituzioni edilizie, di un taglio del 10% all’EPH.

Tutti i restanti interventi edilizi (con l’eccezione delle manutenzioni ordinarie, ancora una volta non interessate da alcun obbligo) devono garantire determinate prestazioni invernali (per l’intero involucro sul quale si interviene) ed estive (se si interviene sulle coperture e sulle pareti verticali comprese tra sud-est e sud-ovest).

Le prime sono correttamente individuate tramite la trasmittanza termica U, il cui valore medio Ū non può superare una determinata percentuale dei limiti UMAX introdotti dal Governo centrale e dalla Regione Lombardia.

  UMAX 0,9 UMAX 0,85 UMAX 0,8 UMAX 0,75 UMAX
Pareti verticali

0,34 W/m2K

10 cm di lana di vetro/roccia con λ=0,034 W/mK

0,306 W/m2K

11 cm di lana di vetro/roccia con λ=0,034 W/mK

0,289 W/m2K

12 cm di lana di vetro/roccia con λ=0,034 W/mK

0,272W/m2K

13 cm di lana di vetro/roccia con λ=0,034 W/mK

-
Coperture

0,30 W/m2K

12 cm di lana di vetro/roccia con λ=0,037 W/mK

0,27 W/m2K

13 cm di lana di vetro/roccia con λ=0,037 W/mK

0,255 W/m2K

14 cm di lana di vetro/roccia con λ=0,037 W/mK

0,24 W/m2K

15 cm di lana di vetro/roccia con λ=0,037 W/mK

-
Pavimenti

0,33 W/m2K

11 cm di lana di vetro/roccia con λ=0,037 W/mK

0,297 W/m2K

12 cm di lana di vetro/roccia con λ=0,037 W/mK

0,2805 W/m2K

13 cm di lana di vetro/roccia con λ=0,037 W/mK

0,264 W/m2K

14 cm di lana di vetro/roccia con λ=0,037 W/mK

-
Serramenti 2,2 W/m2K 1,98 W/m2K 1,87 W/m2K 1,76 W/m2K 1,65 W/m2K

Tabella 1: i diversi limiti alla trasmittanza termica introdotti dal nuovo Regolamento Edilizio di Milano.

Le prestazioni estive richieste dal Comune di Milano, invece che essere espresse tramite la trasmittanza termica periodica YIE (come indicato dal DPR 59/09 e dalla norma UNI EN ISO 13786), sono espresse tramite lo sfasamento ed il coefficiente di attenuazione. 

Gli ulteriori obblighi introdotti dal nuovo Regolamento riguardano la prestazione estiva delle coperture (devono essere ventilate o di prestazione equivalente) e (solo per le nuove costruzioni/sostituzioni edilizie residenziali) la distribuzione dell’impianto termico: in ogni nuovo edificio residenziale con più di 4 unità immobiliari, l’impianto termico deve essere centralizzato. E’ possibile realizzare impianti termo-autonomi solo se il loro insieme ha una efficienza simile a quella dell’impianto centralizzato; in termini pratici, ciò avviene quando si isola molto bene l’edificio e si possono pertanto utilizzare innovativi impianti termo-autonomi a bassa potenza.

Una visione completa degli obblighi introdotti dal nuovo Regolamento Edilizio è possibile grazie alle seguenti tabelle di sintesi.

  Nuova costruzione
Sostituzione edilizia
Grande Ampliamento
Grande Recupero Sottotetto
Piccolo Ampliamento
Piccolo Recupero Sottotetto
Grande Ristrutturazione Piccola Ristrutturazione
Manutenzione Straordinaria
art. 128.1 obbligo classe A (EPH < 29 kWh/m2anno)  - - - -
art. 128.2 se Edilizia Residenziale Sociale: classe A o EPH < 0,7 EPHlim - - - -
art. 128.3 - classe A o EPH < 0,7 EPHlim - - -
art. 129.1 Ū < 0,85 UMAX Ū < 0,85 UMAX Ū < 0,85 UMAX Ū < 0,9 UMAX Ū < UMAX
Se copertura integralmente rifatta: Ūcopertura < 0,85 UMAX
art. 129.3 Se copertura a falda: obbligo ventilata o equivalente
art. 130 Userramenti < 0,9 UMAX
art. 132.1 se unità>4: impianto centralizzato o simile efficienza - - - -
art. 132.2 Se nuovo generatore a condensazione con P> 200 kW: obbligo neutralizzazione condensa
art. 133 coperture e pareti SW-S-SE: Sfasamento: S>10 h – Attenuazione: fa<0,30

Tabella 2: obblighi introdotti dal nuovo Regolamento Edilizio di Milano per i diversi interventi su edifici residenziali (E.1)

 
  Nuova costruzione
Sostituzione edilizia
Grande Ampliamento
Grande Recupero Sottotetto
Piccolo Ampliamento
Piccolo Recupero Sottotetto
Grande Ristrutturazione Piccola Ristrutturazione
Manutenzione Straordinaria
art. 128.1 obbligo classe A (EPH < 6 kWh/m3anno)  - - - -
art. 128.3 - classe A o EPH < 0,7 EPHlim - - -
art. 129.1 Ū < 0,85 UMAX Ū < 0,85 UMAX Ū < 0,85 UMAX Ū < 0,9 UMAX Ū < UMAX
Se copertura integralmente rifatta: Ūcopertura < 0,85 UMAX
art. 129.3 Se copertura a falda: obbligo ventilata o equivalente
art. 130 Userramenti < 0,9 UMAX
art. 132.2 Se nuovo generatore a condensazione con P > 200 kW: obbligo neutralizzazione condensa
art. 133 coperture e pareti SW-S-SE: Sfasamento: S > 10 h – Attenuazione: fa < 0,30

Tabella 3: obblighi introdotti dal nuovo Regolamento Edilizio di Milano per i diversi interventi su edifici E.2-E.7.

 
  Nuova costruzione
Sostituzione edilizia
Grande Ampliamento
Grande Recupero Sottotetto
Piccolo Ampliamento
Piccolo Recupero Sottotetto
Grande Ristrutturazione Piccola Ristrutturazione
Manutenzione Straordinaria
art. 128.4 EPH < 0,9 EPHlim - - - -

Tabella 4: obblighi introdotti dal nuovo Regolamento Edilizio di Milano per i diversi interventi su edifici industriali (E.8).

 

Riguardo agli incentivi, il nuovo Regolamento prevede un premio di volumetria, pari al 3% o 5% della s.l.p. per le nuove costruzioni e le sostituzioni edilizie, e pari al 5%, 7% (solo per edifici E.8), 10%, 15% della s.l.p. per le ristrutturazioni.

Il nuovo Regolamento contiene 10 schede con i requisiti tecnici che l’intervento deve soddisfare per ottenere il relativo premio di volumetria. I requisiti, come sempre, differiscono per tipologia di intervento e destinazione d’uso dell’edificio e sono sintetizzati nella seguente tabella.

  Incentivo + 3% s.l.p. + 5% s.l.p.
Edilizia Residenziale Sociale: + 5% slp
Destinazioni d'uso applicabili E.1-E.8 E.1-E.7
scheda n. 1 Riscaldamento invernale E.1: EPH < 27,55 kWh/m2anno E.1: EPH < 14 kWh/m2anno
E.2-E.7: EPH < 5,7 kWh/m3anno E.2-E.7: EPH < 3 kWh/m3anno
scheda n. 2 Inerzia termica involucro E.1-E.7: copertura e pareti SW-S-SE: sfasamento S > 12 ore - attenuazione fa < 0,15 - materiali e finiture con adeguata riflessività
scheda n. 3 Rinnovabili elettriche E.1(1) - E.1(2): 1,4x richiesta d.lgs. 28/11 E.1(1) - E.1(2): 1,6x richiesta d.lgs. 28/11
E.1(3) – E.7: 2x richiesta d.lgs. 28/11
E.8: richiesta d.lgs. 28/11 + 0,014 kW/mqslp -
scheda n. 4 VMC - E.1(1) - E.1(2): recupero calore > 80%
scheda n. 5 Superfici a verde E.1 - E.8: in aggiunta al minimo di superficie filtrante: 10% in NAF e ADR - 20% in ARU e altri E.1 - E.7: in aggiunta al minimo di superficie filtrante: 30% in NAF e ADR - 40% in ARU e altri
scheda n. 6 Tetti verdi possono soddisfare fino al 50% del requisito n. 5 
scheda n. 7 Materiali eco-compatibili - E.1 – E.7: 10% del valore totale dei materiali deve derivare da riciclo
scheda n. 8 Isolamento involucro - -
scheda n. 9 Rinnovabili termiche - -
Impianto termico - -
scheda n. 10 Climatizzazione E.1(3)-E.7: pompe di calore (rendimento richiesto da detrazioni fiscali 65%) o sistemi solari
Ulteriori obblighi - -

Tabella 5: requisiti di accesso agli incentivi volumetrici per nuove costruzioni e sostituzioni edilizie.

 
  Incentivo + 5% s.l.p. + 10% s.l.p. + 15% s.l.p.
+ ulteriore 15% se l'edificio è mantenuto ad uso pubblico
Destinazioni d'uso applicabili E.1-E.7
scheda n. 1 Riscaldamento invernale E.1-E.7: EPH ≤ 0,7 EPHante E.1-E.7: EPH ≤ 0,6 EPHante E.1-E.7: EPH ≤ 0,5 EPHante
scheda n. 2 Inerzia termica involucro - - -
scheda n. 3 Rinnovabili elettriche - - -
scheda n. 4 VMC - - -
scheda n. 5 Superfici a verde - - -
scheda n. 6 Tetti verdi - -
scheda n. 7 Materiali eco-compatibili - - -
scheda n. 8 Isolamento involucro - - -
scheda n. 9 Rinnovabili termiche - - -
Impianto termico - - -
scheda n. 10 Climatizzazione - - -
Ulteriori obblighi E.1-E.7: no gasolio
E.1-E.7: termoregolazione e contabilizzazione individuale del calore

Tabella 6: requisiti di accesso agli incentivi volumetrici per interventi su edifici vincolati.

 

  Incentivo + 5% s.l.p. + 10% s.l.p. + 15% s.l.p. +7%s.l.p.
  Destinazioni d'uso applicabili E.1-E.7 E.8
scheda n. 1 Riscaldamento invernale E.1-E.7: EPH < 1,2 EPHlim
E.1-E.7: EPH ≤ 0,6 EPHante
E.1-E.7: EPH < 0,8 EPHlim
E.1-E.7: EPH ≤ 0,4 EPHante
E.1-E.7: EPH < 0,5 EPHlim
E.1-E.7: EPH ≤ 0,2 EPHante
-
scheda n. 2 Inerzia termica involucro - - - -
scheda n. 3 Rinnovabili elettriche - - E.1(1)-E.1(2): 1,4x richiesta d.lgs. 28/2011 richiesta d.lgs. 28/2011 + 0,014 kW/m2slp
E.1(3)-E.7: 1,7x richiesta d.lgs. 28/2011 E.1(3)-E.7: 2x richiesta d.lgs. 28/2011
scheda n. 4 VMC - - - -
scheda n. 5 Superfici a verde - - - -
scheda n. 6 Tetti verdi - - - -
scheda n. 7 Materiali eco-compatibili - - - -
scheda n. 8 Isolamento involucro

E.1-E.7: intervenire su 50% dell'involucro con: opaco ≤ 0,90 UMAX trasparente: U ≤ 0,85 UMAX

E.1-E.7: intervenire su 70% dell'involucro con: opaco ≤ 0,85 UMAX trasparente: U ≤ 0,80 UMAX

E.1-E.7: intervenire su 85% dell'involucro con: opaco ≤ 0,80 UMAX trasparente: U ≤ 0,75 UMAX

ETH < 0,9 EPHlim

ETH ≤ 0,8 ETHante

scheda n. 9 Rinnovabili termiche - - E.1-E.7: FERtermiche > 0,4 EPTOTALE -
Impianto termico - E.1-E7: sostituzione generatore di calore con teleriscaldamento o generatore con emissioni NOX < 80 mg/kWh -
- E.1-E7: ristrutturazione dell'impianto di riscaldamento
scheda n. 10 Climatizzazione - - - -
Ulteriori obblighi E.1-E.7: no gasolio -
E.1-E.7: termoregolazione e contabilizzazione individuale del calore
E.1(3)-E.7: verifica dell'efficacia dei sistemi schermanti

Tabella 7: requisiti di accesso agli incentivi volumetrici per ristrutturazioni.

 

Tra i requisiti si segnala l’intelligente richiesta che le riqualificazioni degli edifici esistenti devono migliorare l’EPH ed il miglioramento deve essere ottenuto grazie ad estesi interventi sull’involucro (50%, 70%, 85% dell’involucro per ottenere rispettivamente 5%, 10%, 15% di premio volumetrico).

Molti dei requisiti incentivanti derivano dagli obblighi, emanati dal Comune di Milano o dal legislatore nazionale/regionale.

Per completezza e per rendere il tutto più comprensibile, si sono realizzate alcune tabelle che elencano in modo sintetico i requisiti obbligatori ed incentivanti, per ogni intervento edilizio su un edificio residenziale a Milano.